BENTO BOX con uova nitamago e anguille in escabeche

Manca il fiore che ride in un bel viso,
ch’ogni giardin d’amor nel verno cade,
ma chi coltiva un fior di Paradiso
sprezza i danni del tempo e de l’etade.

Filippo d’Aglié, Gridelino, 1653

Penso sempre con grande stupore alla poesia evocativa, a quelle note in versi capaci di aprire varchi nell’immaginario e lì lasciare naufragare ogni allusione, associazione, connessione di fantasia. È il grande mare della fecondità ideativa, dove i flutti liberi della creatività si avvolgono nella libertà del fare e dell’immaginare. In cucina l’ispirazione si avvicina al principio dell’evocazione, e allora ho pensato di comporre, per via di astrazione, un giardino di fantasia con aiuole, un piccolo hortus sapidum con pesce e verdure, uno sguardo a Occidente uno a Oriente, per comporre zone fiorite di colore e di sapore, da portare anche fuori casa in colorate e praticissime bento box, per sognare con gusto.

UOVA AJITSUKE TAMAGO o NITAMAGO: sono le uova che tradizionalmente si trovano nei piatti di Ramen (qui trovate qualche mia ricetta), ma rappresentano anche un ingrediente immancabile di molte bento box. Il tuorlo resta molto morbido dato che le uova vengono bollite al massimo per sei minuti e mezzo. Il resto si compie in frigo, dove le uova riposano avvolte da una speciale marinata in cui la salsa di soia non può mai mancare! Con che cosa le abbino? Un’insalata di germogli con deliziose ANGUILLE PORTOGHESI in escabeche (le avete mai provate abbinate al Genepy?). La nosta Bento Box è quasi pronta: manca un contorno di broccoli saltati e grissini ai semi.

E il giardino dell'immaginario (portatile) è completo!

BENTO BOX CON UOVA NITAMAGO, ANGUILLE IN ESCABECHE E BROCCOLI SALTATI CON SOIA E MANDORLE 

Ingredienti per 2 bento box

Per le uova

  • 2 uova
  • 80 ml di aceto balsamico
  • 30 ml di salsa di soia
  • 20 ml di aceto di mele
  • 1 cucchiaino di coriandolo in polvere
  • 10 g di zenzero fresco
  • 1 cucchiaino di olio al peperoncino

Preparazione

Iniziate dalle uova (almeno 24 ore prima. Queste hanno marinato per 36 ore)

  • Cuocete le uova in acqua bollente per 6 minuti e mezzo.
  • Nel frattempo preparate la marinata, mescolando con cura in una ciotola tutti gli ingredienti. 
  • Scolate le uova e raffreddatele sotto l’acqua molto fredda. Fatele raffreddare, sgusciatele e trasferitele nella ciotola con la marinata, facendo attenzione che siano interamente coperte dalla marinata. Lasciatele in frigorifero almeno 24 ore coprendo il recipiente con un pellicola.

Trascorso il tempo…

  • Togliete le uova dal frigorifero e trasferitele su un piatto.
  • Sbollentate le cimette dei broccoli qualche minuto. Trasferitele in un recipiente colmo di acqua e ghiaccio affinché conservino bene il colore.
  • In una padella soffriggete l’aglio in un cucchiaio di olio, aggiungete la salsa di soia e i broccoli e cuocete per 5 minuti (devono restare croccanti). Gli ultimi due minuti aggiungete le mandorle, ancora un goccio d’olio e saltate qualche minuto. Togliete l’aglio.
  • Scolate le anguille, spezzettatele e mescolatele all’insalata di germogli aggiungendo un paio di cucchiaini del loro condimento.
  • Tagliate le uova a metà nel senso della lunghezza.
  • Componete le vostre bento box con l’insalata di germogli con un pizzico di paprica, le uova Nitamago, i grissini, e i broccoli saltati (potete in ultimo aggiungere ancora qualche mandorla).

Prodotti

COMUR è oggi uno dei più grandi fiori all’occhiello dell’industria conserviera portoghese. Sbizzarritevi nel loro negozio on line e immergetevi nella magia portoghese delle loro straordinarie preparazioni (spediscono ovunque!). Queste Enguias em molho escabeche sono quasi una preghiera profumata di oceano…

Protagonista indiscusso di questo piatto è la salsa di soia e in questo (e per tante altre salse giapponesi) KIKKOMAN è sempre una garanzia! La loro gamma è davvero molto ampia, e soddisfa anche gli intolleranti al glutine o chi deve assumere un tenore di sale ridotto.

#kikkomania #piùsoiamenonoia #giftedby

Décor

Lunch box MONBENTO. Qui trovate altre idee per i vostri pranzi all’aperto o in ufficio! O perché no a casa sul divano in compagnia della vostra schiscetta preferita!

 

Author: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

3 thoughts

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.