Spätzle all’alsaziana con cipolle alla birra e noci

Quel che la favola ha inventato, la storia qualche volta lo riproduce.
[Victor Hugo]

Ancora una volta, vi accompagno insieme a me in quello che reputo uno dei luoghi delle fiabe per eccellenza: l’ALSAZIA. Dopo avervi aiutato a scoprire le bellezze di Colmar, fatto conoscere vini e maisons e anche qualche ricetta, vi porto di nuovo in questa regione dipinta di sogni, cuori appesi, nidi di cicogne e piatti tipici caldi e accoglienti come questi luoghi. Questo è il posto delle tradizioni, dalle ceramiche alla pasta all’uovo, e quelle tradizioni che appartengono all’Alsazia diventano in breve tempo anche un po’ nostre, abbracciandoci al pari di un caldo Bretzel al burro. Terre del sogno.

dav

Addentriamoci quindi nel paesino di Soufflenheim, regno delle ceramiche, dove POTERIE BECK svetta con imponenza, poesia e umiltà fin da metà del 1700. Una tradizione familiare dove le sorelle Beck – Helena, Caroline e Marie – insieme ai loro genitori e zii e altri fidati e strettissimi collaboratori, contribuiscono ad alimentare in noi sogni e poesie. Visitare la loro fabbrica significa saltellare tra terrine, pennelli, piatti e tazze dove i cuori spiccano, ma soprattutto la fantasia, quella pulita e dell’anima che ci tiene in vita. Adopero quindi una loro terrina – quella usata normalmente per preparare il Baeckehoffe a base di carne, patate e vino alsaziano – per servire una pasta che mi piace e diverte moltissimo: gli Spätzle

In dialetto Schwäbisch o svevo il termine significa “passerotti”. E in effetti questa pasta fresca dalla forma un po’ irregolare sembra svolazzare nel piatto, prendendo forme sempre differenti. Sono preparati solamente con farina di grano tenero, uova e acqua, anche se, a seconda delle zone, nell’impasto è possibile aggiungere gli spinaci così da conferire quel bel colore verde e renderli anche più spessi e consistenti, ma anche rape rosse o ricotta. In ogni caso, sono una delizia.

nordav

SPÄTZLE ALL’ALSAZIANA CON CIPOLLE COTTE NELLA BIRRA, PANCETTA, SPINACI E NOCI

Si possono tranquillamente preparare a casa, purché si sia muniti della grattugia apposita o anche uno schiacciapatate dai fori grossi (ho dato uno sguardo online, e su Kasanova si trova tranquillamente lo stesso modello che ho visto in Alsazia) e, seguendo l’uso alsaziano ma anche trentino o tedesco, usateli per accompagnare carne o pesce. Se invece preferite seguire l’uso italiano, mangiateli così da soli, con un bel condimento tradizionale di cipolle e pancetta, o crema di panna ai funghi o a base di farina di grano saraceno e porri. Vi ho messo appetito? Ve li consiglio in abbinamento con i Birrini, i grissini Valledoro dal gusto e dall’aspetto tipici del Bretzel!

davdavdav

Ingredienti per 6 persone

250 g di Spätzle all’uovo Grand’Mère Pâtes d’Alsace; 125 g di panna fresca; 300 g di spinaci; 130 g di pancetta affumicata; 1 cipolla bianca; qualche gheriglio di noce; olio evo, sale e pepe q.b.; 50 ml di birra chiara; Birrini Valledoro.

Preparazione 

  • In una padella insaporite un minuto la cipolla tagliata finemente con olio, un pizzico di sale e pepe. Sfumate con la birra, aggiungete gli spinaci lavati e cuocete il tutto per 5-8 minuti. Unite la pancetta a cubetti, la panna e fate andare il tutto per qualche minuto.
  • Preriscaldate il forno. Scolate la pasta al dente (10 minuti) e unitela al condimento. Aggiungete le noci sbriciolate e mescolate bene il tutto. Trasferite il tutto nella terrina, ultimate con un giro d’olio, un pizzico di pepe e ancora qualche goccia di panna. Infornate per una decina di minuti a 180°.
  • Godetevi gli spätzle con i Birrini!

Prodotti

VALLEDORO / GRAND’MÈRE PÂTES D’ALSACE (Se desiderate fare gli Spätzle a casa, tritate 200 g di spinaci ben strizzati insieme a un uovo, sale, pepe e un noce moscata. Unite 220 g di farina – di grano saraceno se desiderate un sapore più intenso -, mescolate e fate riposare. Ricavate poi i vostri spätzle usando la grattugia apposito o lo schiacciapatate e buttate in acqua bollente salata!).

Terrina rossa e ciotolina bianca a pois POTERIE BECK 

Autore: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

5 thoughts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...