Riso nero alla capra piccante, ceci e moringa

Alice: Per quanto tempo è per sempre?

Bianconiglio: A volte, solo un secondo…

[Alice nel Paese delle Meraviglie, Lewis Carroll]

dav

Saltella, il tempo. Nel momento in cui pensi di avercela fatta a prenderlo, in cui credi di averlo pescato da un fiume in piena ed essere riuscito a metterlo nel secchiello, lui sguscia via e torna nel suo ruscello, e nuota al contrario, sfida le correnti e nuota via, o forse vola via o scompare.

E saltella in mille altri fiumi e mari e tu non lo prendi più. Non ce la fai a prenderlo, né a salvarlo né a farlo tuo. Però, puoi risalire le correnti. Puoi correre più veloce di lui, anticiparlo e percorrere il suo cammino… E rendertelo amico.

Saltella, il tempo. Come un coniglio spensierato o come un coniglio pieno di paure. Dipende solo da te. Se trasformarlo in nostalgia, se condirlo di malinconia o semplicemente se accettarlo nel suo essere. Accettarlo. E non avere paura se passa, non avere più paura se è passato. Semplicemente accettarlo, e vivere insieme a lui, come se foste amici, o parenti, o fidanzati. Il tempo, come un coniglio che saltella o come il nostro pensiero che scivola veloce qua e là.

Saltella, il tempo. Curioso, testardo, feroce, ferito. Tuo compagno, tuo avversario, dipende solo da noi, se rendere colorato quel maledetto ticchettio dell’orologio, e così trasformarlo in un ticchettio benedetto: perché il tempo che passa è benedetto nel momento in cui tu puoi viverlo, quel tempo. Si è incredibilmente fortunati nel poter essere testimoni del tempo che scorre.

dav

E allora mi viene voglia di saltellare insieme a lui, a quel coniglio fatto a forma di tempo, perché non ho più paura che mi scappi né che passi né che si possa perdere. No, so che se quello è il mio coniglio, se sono riuscito ad addomesticarlo e renderlo un po’ mio, lui tornerà sempre da me. Perché si sentirà sempre accettato e amato…

RISO NERO CON FORMAGGIO DI CAPRA PICCANTE, CECI, POLVERE DI MORINGA E QUALCHE FOGLIA DI NEPETELLA. Piatto vegetariano

Anche un piatto per saltellare, addomesticare il tempo, imparare ad accettarlo e fare dei nostri secondi i più bei momenti della nostra vita.

Ho scelto lo squisito Riso Nero integrale aromatico Il Moro Riso Acqua e Sole, condito con pezzetti di capra piccante, ceci e polvere di moringa ViviMoringa (mi raccomando, come vi ho già spiegato nell’articolo dedicato, se decidete di adoperare la moringa in cucina, sempre a crudo e quindi anche non su cibi caldi!). Per finire, qualche foglia di nepetella, che ricorda la menta ma leggermente più intensa.

sdrsdr

Ingredienti per 4 persone

320 g di Riso nero Il Moro Riso Acqua e Sole; 230 g di ceci lessati pronti all’uso; 150 g di toma di capra al peperoncino; 2 capsule di Moringa ViviMoringa; 1 spicchio d’aglio; 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere; 1/2 cucchiaino di coriandolo in polvere; foglioline di nepetella; sale e olio evo q.b.

Preparazione

  • Buttate il riso in abbondante acqua bollente salata insieme allo zenzero.
  • Nel frattempo, saltate in un cucchiaio d’olio i ceci insieme all’aglio e al coriandolo per circa 2 minuti a fiamma bassa. Togliete l’aglio, aggiungete la capra a cubetti e mescolate delicatamente.
  • Condite il riso con i ceci e la capra e ancora un cucchiaio d’olio. Fate riposare.
  • Ultimate con la moringa e le foglie di nepetella.

davsdr

Prodotti

RISO ACQUA E SOLE  Il Pacchetto Estate comprende il Riso Il Moro, il Sant’Andrea e il Carnaroli Classico Integrale (date un’occhiata alle mie precedenti ricette Risotto con polpo al lime e noci dell’AmazzoniaRiso e rose al Madeira);

VIVIMORINGA 

Per accompagnare: Grissini Torinesi VALLEDORO (si sciolgono in bocca… Deliziosi!).

Posate MEPRA / Se anche voi desiderate il vostro Bianconiglio personale, vi consiglio il bellissimo asciugamano inglese di Thornback&Peel. Potete ordinarlo sul loro sito, le spedizioni sono velocissime!.

dav

Autore: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

3 thoughts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...