Questione di “Bon Thon”: linguine all’arancia con ventresca di tonno e Mionetto Sergio White Time

I’m dreaming of a white Christmas
Just like the ones I used to know
Where the treetops glisten and children listen
To hear sleigh bells in the snow…

ghiaccio-mionetto-white-edition

Linguine-all-arancia-con-mionetto

Il nome GALATEO deriva da Galeazzo Florimonte, vescovo della diocesi di Sessa Aurunca, che ispirò a monsignor Giovanni Della Casa l’idea per quel celebre saggio del viver civile, il Galateo overo de’ costumi, primo trattato specifico sull’argomento pubblicato nel 1558 e destinato a diventare un punto di riferimento imprescindibile per molti secoli a seguire. Il titolo dell’opera, infatti, corrisponde alla forma latina del nome Galeazzo: Galatheus, appunto.
Oggi però il classico Galateo, cui si è sostituita l’espressione bon ton, è contaminato da atteggiamenti molto più aperti, più spontanei, più facilmente modellabili con la sostanza del gruppo cui si riferisce. Il bon ton è dunque quel comportamento adatto alla propria personalità e in equilibrio con le persone con le quali si entra in relazione.

mionetto-sergio-white-edition

Le forzature diventano retoriche, fuorvianti, anacronistiche e quindi sconsigliabili. Molto meglio invece l’intelligenza individuale messa con creatività a disposizione del gruppo, meglio un tocco di fantasia, meglio slittare sulla dissonanza piuttosto che cadere nello scontato, nel noioso, nel già visto. Allora, all’insegna di un pizzico di imprevisto e di ironia, giochiamo con il ‘bon thon’ creando un simpatico calembour, al fine di ‘smontare’ quell’atteggiamento troppo costruito del classico bon ton e consegnarlo al sapore delicato e spiritoso di un buon bicchiere di spumante, capace quello, sì, di mettere d’accordo tutti.

Linguine-all-arancia-e-ventresca-con-mionettoLinguine-all-arancia-e-ventresca-con-mionettoLinguine-all-arancia-e-ventresca-con-mionetto

MIONETTO SERGIO WHITE TIME

“Cuvée dal colore giallo paglierino delicato, profumo caratteristico che si mescola sapientemente a quello del miele e delle mele selvatiche. Sapore asciutto, gradevolmente amarognolo. Il giusto grado di acidità lo rende snello. Corposità moderata, perlage sottile e intenso”.

Eleganza, fascino, raffinatezza: tutto questo è il Mionetto Sergio White Time, spumante extra dry in una special edition pensata per celebrare i vent’anni della rinomata cuvée Sergio. Una confezione che riporta a paesaggi innevati fiabeschi e sospesi nell’immaginario, profumi freschi che richiamano piccoli fiori bianchi, miele e mele selvatiche. Semplicità e pregio insieme per una cuvée perfetta tanto per l’aperitivo (magari anche per creare originali cocktail natalizi. Provatelo per esempio con Vermuth Bianco e Arancia oppure Grand Marnier, Vodka…) o in abbinamenti a primi piatti come zuppe, risotti o – come in questo caso – piatti di pesce.

In ogni caso, il Sergio White Edition sprigiona il suo massimo potenziale servito con ghiaccio o comunque molto freddo (la temperatura consigliata è tra i 6° e gli 8°). Mi piace molto il contrasto che si viene a creare con un piatto caldo, a sua volta estremamente elegante eppure dagli ingredienti semplici. Basta quell’attenzione in più, quel senso della ricerca e della cura, e il resto viene da sé. In fondo, è sempre una questione di “Bon Thon”: prendersi sul serio, ma con scherzo e originalità!

Linguine-all-arancia-con-ventresca-di-tonnoLinguine-all-arancia-e-ventrescattoLinguine-all-arancia-e-ventresca-con-mionetto

LINGUINE ALL’ARANCIA CON VENTRESCA DI TONNO E MAIS BIANCO TOSTATO AL TIMO 

Ingredienti per 4 persone

250 g di linguine all’arancia; 150 g di ventresca di tonno; 2 spicchio d’aglio; peperoncino in polvere; 2 cucchiai di farina di mais bianca; timo e rosmarino; 1/2 carota; olio evo, sale e pepe q.b.

Preparazione

  • In una padella fate insaporire l’aglio in due cucchiai di extravergine, un pizzico di sale, pepe e un cucchiaino di peperoncino. Aggiungete la ventresca, insaporitela qualche minuto spezzettandola leggermente. Spegnete, togliete l’aglio e tenete da parte.
  • In un pentolino, tostate per un minuto il mais bianco con il timo e il rosmarino.
  • Cuocete le linguine in abbondante acqua bollente salata, scolatele al dente, unitele al condimento con la ventresca e finite la cottura aggiungendo mezzo mestolo di acqua di cottura.
  • Servite le linguine con una spolverata di mais tostato, la carota grattugiata e un filo di extravergine.

Linguine-all-arancia-con-ventresca-di-tonnoLinguine-all-arancia-con-ventresca-di-tonnoLinguine-all-arancia-con-ventresca-di-tonno

Prodotti

MIONETTO

#Mionetto #MionettoWhiteTime #ad

Décor

Piatti ROSENTHAL / Posate Giò Ponti per SAMBONET

Author: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.