Dalla Puglia al Portogallo: FOCACCINE con crema di ceci, acciughe, Coratina

I miti mi piacevano. Non erano storie da adulti e non erano storie per bambini. Erano molto meglio. Erano, e basta.

[Neil Richard Gaiman]

3.000 km. di distanza, 3.000 anni di storia.

Un arco che è un arcobaleno se collega nell’immaginario storia, mito e sapori, tra la Puglia e il Portogallo.

Dobbiamo a Strabone  (I sec. a.C. – I sec. d.C.) geografo, storico e filosofo greco antico e a Plinio il Vecchio (I sec.d.C.) naturalista, storico e filosofo romano, che descrissero l’Apulia, popolata prima dagli Japigi, poi da Dauni, Peucezi e dai Messapi, la trasmissione di un sapere che affonda le sue radici nel mito.
Secondo la mitologia greca, fu infatti Atena, dea dell’intelligenza, delle scienze e delle arti a piantare in terra di Puglia il primo albero di ulivo.
E nella tradizione romana l’olio pugliese era considerato oltre che alimento di prim’ordine e un combustibile per lucerne, anche un prezioso unguento per il corpo dai poteri prodigiosi. Dobbiamo invece ai Messapi, che si installarono nella regione salentina, la tradizione della coltivazione dei ceci, derivata dalle terre mediorientali e dall’età del bronzo e si diffuse in Egitto e in Grecia e di lì in Puglia.
Possiamo allora divertirci e creare un collegamento storico delle origini con un altro prodotto storico, le acciughe portoghesi, che in terra lusitana appartengono a un legame ancestrale e mitologico con l’Oceano Atlantico che sfuma nel leggendario. Il tutto su una focaccina alle aromatiche. che come una cornice racchiude e mette d’accordo tutti…

FOCACCINE CON CREMA DI CECI DEL SALENTO, ACCIUGHE PORTOGHESI E CORATINA DI ANDRIA 

Ingredienti per circa 4-6 piccole focaccine

  • 650 g di pasta per pizza* pronta
  • 1 confezione (195 g) di vellutata di ceci neri e alloro 
  • 1 peperone giallo grande
  • 200 g di cime di broccolo
  • qualche acciuga sott’olio
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di zucchero Muscovado (in alternativa, zucchero di canna grezzo)
  • olio evo, sale e pepe q.b.
  • aromi freschi (salvia, menta, rosmarino…)

Preparazione

  • Preparate i broccoli: fateli consumare in padella a fiamma bassa in un cucchiaio di olio, qualche fogliolina di salvia o altro aroma, l’aglio, sale e pepe.
  • Cuocete per circa 5 minuti (le verdure devono restare croccanti). Tenete da parte.
  • Preriscaldate il forno. Mescolate alla pasta per pizza un cucchiaio di erbe di Provenza. Ricavate le palline e stendetele ognuna del diametro di circa 12 cm su una teglia leggermente unta.
  • Stendete sulle focaccine la crema di ceci e poi aggiungete i broccoli. Finite con un giro d’olio e infornate a 180° per 25 minuti circa.
  • Nel frattempo preparate il peperone: pulitelo, tagliatelo a striscioline e cuocetelo in padella in olio, sale, pepe e zucchero, mescolando fino a renderlo bello tenero e leggermente caramellato.
  • Togliete le focaccine dal forno e aggiungete su ognuna un paio di acciughe e le striscioline di peperone.
  • Servite le focaccine calde o tiepide con qualche aromatica fresca, un pizzico di peperoncino e un giro di extravergine.

*Se volete preparare la pasta per pizza a casa: impastate 400 g di farina integrale con 250 g di farina manitoba, quattro cucchiai di extravergine, un cucchiaio raso di sale, un cucchiaio raso di zucchero, acqua tiepida q.b. e due bustine di lievito istantaneo per pizza.

In abbinamento 

Ottenuto solo dai frutti dei nostri ulivi secolari di varietà Coratina, una delle cultivar di ulivo più note di Puglia, si distingue per il suo carattere deciso ed intenso.

100% Coratina | OLIO GUGLIELMI

Prodotti

COMURPRALINA 

Posate PINTINOX

 

 

Author: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.