TAPAS di pimientos, tortilla e Crema all’Aceto Balsamico di Modena IGP con Salsa Tabasco

Ieri non è che un sogno e domani è solo una visione, ma ogni giorno ben vissuto rende ogni ieri un sogno di felicità ed ogni domani una visione di speranza.

[Miguel de Cervantes]

Siamo a cavallo tra il 1500 e il 1600 e due grandi personalità della letteratura spagnola citano nelle loro opere un cibo destinato a diventare il simbolo di tutto il territorio iberico: le tapas.  Miguel de Cervantes, prima, nel Don Quijote definisce le tapas “llamativos” (qualcosa di appariscente) e poco dopo Francisco de Quevedo Villegas le definisce “avisillo” (avviso).

ricetta-tapas

ricetta-tapas-peperoni-e-sardine

Si parlava di un cibo già all’epoca parecchio diffuso e apprezzato in Spagna; già Alfonso Fernández, detto il Saggio, re di Castiglia e León (1221- 1284) auspicava che nei bodegones castigliani non dovessero mai mancare delle tapas servite insieme a una “copa de vino”, così da scongiurare che gli avventori si ubriacassero al primo sorso.

Il termine tapas nacque comunque dall’uso antico di mettere sulla brocca o sul bicchiere di vino un piccolo cibo costituito di una fetta di pane guarnito per far sì che “tappasse” il recipiente, completandolo e proteggendo. A quei tempi la tapa consisteva in una fettina di prosciutto, di salame o di formaggio su una “rebanada” o un  “pedazo de  pan”, una fetta o un pezzetto di pane,

ricetta-tapas-peperoni-e-tortilla

ricetta-tapas-pimiento-piquillo

Le tapas hanno diverse denominazioni nelle varie regioni.  In Aragon e Navarra si chiamano “alifara”, nei Paesi Baschi “poteo”, ecc. Ancora oggi, nei rustici bodegones come nei ristoranti eleganti, non manca nei menù una ricca selezione di tapas, espressione più tipica della cucina spagnola.

BIS DI TAPAS: PIMIENTOS DEL PIQUILLO RELLENOS E TOSTAS CON TORTILLA | PEPERONI RIPIENI E CROSTINI CON TORTILLA

Nella giornata mondiale delle tapas vogliamo quindi rendere omaggio a uno dei comfort food per eccellenza. Perché, diciamocelo, quando si va in Spagna alle tapas non si dice mai di no. Le scegli alla barra e in quel momento ti sembra di essere nel paese dei balocchi: ensaladilla russa, montaditos, pinchos di vario genere, croquetas… È il mondo della condivisione allo stato puro: ti siedi a quel bancone, inizi con due olive e un bicchiere di sangria e poi via, fino a notte fonda. Nel rumore assordante e pieno di vita di quella bodega spagnola…

Ecco due tapas che perfino nei colori ci ricordano la bellezza iberica: curcuma, peperoni, patate, olive, sardine e un tocco di Crema all’“Aceto Balsamico di Modena IGP” con Salsa Tabasco Acetaia Fini, estremamente caliente e decisamente saporita!

¡buen provecho!

ricetta-tapas-peperoni-ripieni-e-tortillaricetta-tapas-peperoni-ripieni-e-tortilla

Ingredienti per 6 peperoni ripieni

6 peperoni sott’olio (circa 180 g); 120 g di sardine sott’olio; prezzemolo fresco; 1 cucchiaio di Crema all’“Aceto Balsamico di Modena IGP” con Salsa Tabasco Acetaia Fini; 1 cucchiaio di senape dolce; 3 cucchiai di riso bianco bollito; sale e pepe nero q,b.; semi di girasole per decorare.

Preparazione

  • Scolate le sardine e i peperoni dall’olio.
  • In una ciotola, con una forchetta sbriciolate le sardine, unite il prezzemolo tagliuzzato finemente, la Crema all’“Aceto Balsamico di Modena IGP” con Salsa Tabasco, la senape, il riso e un pizzico di pepe. Mescolate delicatamente tutti gli ingredienti. Regolate di sale.
  • Riempite i peperoni con la farcia e decorate con qualche goccia di Crema all’“Aceto Balsamico di Modena IGP” con Salsa Tabasco  e i semi di girasole.

ricetta-tapas-peperoni-ripieni-e-tortillaricetta-tapas-peperoni-ripieni-e-tortillaricetta-tapas-peperoni-ripieni-e-tortilla

Ingredienti per 6 crostini con tortilla

Due pagnottelle gialle alla curcuma (forma ovale); 20 g di burro.

Per la tortilla: 3 patate; 1 scalogno (o 1 cipolla rossa piccola); 300 g di spinaci; 1 spicchio d’aglio; 3 uova; 80 g di Gorgonzola DOP dolce; olio evo, sale e pepe q.b.; erbe aromatiche.

Preparazione

  • Lavate le patate, pelatele, tagliatele a rondelle e trasferitele in un tegame colmo di acqua fredda salata. Portate a ebollizione e cuocete per circa 5 minuti.
  • Scaldate bene l’olio in una padella. Aggiungete lo scalogno tagliato finemente, le patate, un pizzico di sale e di pepe e cuocete muovendo leggermente la padella affinché non attacchino.
  • In un recipiente, battete le uova. Nel frattempo in una padella saltate gli spinaci qualche minuto con aglio e olio. Togliete l’aglio e tenete da parte.
  • Cuocete le patate fino a farle dorare, poi aggiungetele al recipiente insieme alle uova sbattute. Unite gli spinaci e mescolate bene.
  • Rimettete la padella sul fuoco e, una volta calda, versate il composto. Cuocete per un paio di minuti e poi girate la tortilla fino a renderla bella dorata.
  • Nel frattempo, tagliate il pane a fettine, spalmate ogni fetta con una noce di burro e tostatele in forno a 180° per qualche minuto.
  • Spalmate la tortilla ancora calda con la gorgonzola così da sciogliere il formaggio.
  • Tagliate la tortilla a fettine, disponete ogni fettina sui crostini di pane e finite con un giro generoso di Crema all’“Aceto Balsamico di Modena IGP” con Salsa Tabasco.

ricetta-tapas-peperoni-ripieni-e-tortillaricetta-tapas-peperoni-ripieni-e-tortilla

Prodotti

ACETAIA FINI

#acetaiafini #ad

Décor

EMPORIO ZANI #touchmel

Curiosità

Per questa ricetta ho scelto i peperoni del piquillo, una varietà di peperone autoctona della Spagna. Denominación de Origen prodotta a Lodosa, è nota come l’oro rosso dell’agricoltura della Navarra. Pensate, proprio nel comune di Lodosa, la Confraternita del Pimiento del Piquillo organizza a settembre una festa dedicata proprio a questo Pimiento, ai tori e alla Vergine. 

Se avete difficoltà a reperirlo, scegliete dei peperoni – di calibro non troppo grande – della vostra zona.

ricetta-tapas-peperoni-ripieni-e-tortilla

Author: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.