La cucina dei proverbi: Fusilloni alla “gallina vecchia fa buon brodo”

Gallina vecchia fa buon brodo…

IMG_6108

Questa è la storia che difende la saggezza. Perché in fondo è così: che la saggezza non gioca mai brutti scherzi. Ci metti tutta la vita, però poi ci arrivi. A quel punto in cui puoi dispensare consigli, puoi permettere agli altri di schiarire la visuale del mondo, ti concedi di volare alto e fare pensieri sublimi. La saggezza è dei folli che hanno reso la loro vita un capolavoro, sbagliando certo, ma soprattutto nobilitando le proprie azioni. In fondo non siamo fatti per sopravvivere, né per vivere a metà, né per trattenere i segreti che conquistiamo come tesori privati. I segreti del quotidiano vanno condivisi, i segreti su ciò che abbiamo imparato, su ciò che la vita ci ha permesso di afferrare, sui piccoli grandi misteri che ai più non sono ancora noti.

IMG_6083IMG_6093IMG_6114

Gallina vecchia fa buon brodo, sì. Ma il vecchio della saggezza, non il vecchio dell’età.

Picasso diceva che ci vuole molto tempo per diventare giovani, e forse è così: forse più si avanza con l’età, più si può diventare saggi e quindi avere gli strumenti per permettersi di diventare o tornare giovani. È una questione di consapevole incoscienza, forse, quella che ci concede di vedere la vita dall’alto, restare sognanti ma senza perderci nell’inconcretezza, restare giovani eppure giovani consapevoli. E saggi.

E quindi sì, sono pienamente d’accordo: che sia per un brodo, che sia per il corso della vita, che sia per diventare un po’ maestri di vita per i più giovani o per i più adulti, ecco la gallina “vecchia” può fare davvero un buon brodo

IMG_6129IMG_6137IMG_6157

FUSILLONI CROCCANTI SU CRÈME ARGENTEUIL E ZAFFERANO 

Ho preso alla lettera questo proverbio, però confesso di non aver scelto una gallina proprio vecchia. Ho preferito la qualità, e quindi ho optato per una bella gallinella di prima scelta (non ho chiesto l’età!) per preparare un buon brodo. Con il brodo ho cotto gli asparagi e poi mi sono ispirata ai francesi per una crème argenteuil che non vi dico (ho trovato diverse ricette, questa è la versione leggermente più semplice che non prevede la preparazione di un roux prima). Il tutto con dei fusilloni leggermente fritti e stimmi di zafferano. Un proverbio da mangiare che è una meraviglia!

IMG_6191IMG_6142IMG_6175

Ingredienti per 4 persone

1 gallinella intera; 150 g di Fusilloni Monograno Felicetti; 2 cipolle; 1 sedano; 5 asparagi; 125 ml di panna fresca; 30 g di burro; 2 carote; stimmi di zafferano; 1 rametto di rosmarino;  1 cucchiaino di brodo granulare vegetale; olio evo leggero, sale e pepe q.b.

Preparazione

  • Brodo: in un tegame versate circa un litro di acqua minerale, aggiungete la carota a pezzetti, la cipolla tagliata in due, il sedano, il rametto di rosmarino e il brodo granulare. Aggiungete la gallina, copritela bene con il liquido, coprite con un coperchio e cuocete a fiamma bassa per almeno un’ora.
  • Fusilloni croccanti: nel frattempo, potete già preparare la pasta: cuocete i fusilloni molto al dente (non più di 8 minuti)  e trasferiteli su un piatto, conditeli con un filo d’olio, un pizzico di pepe e separateli bene l’uno dall’altro. Friggeteli in olio bollente (170°) buttandoli in padella poco alla volta fino a renderli dorati e croccanti.

IMG_6138

  • Crème: in una padella cuocete la cipolla tagliata fine con un filo d’olio, un pizzico di pepe e sale. Aggiungete i gambi degli asparagi a pezzetti e le punte, bagnate con un mestolo di brodo e cuocete a fiamma bassa per 15 minuti (togliete le punte dopo 10 minuti max, devono restare croccanti. Tenetele da parte).
  • Trasferite il tutto in un recipiente alto, unite la panna e frullate fino ad ottenere una crema. Fate cuocere questa crema per circa 5 minuti, dopodiché filtratela.
  • Servite i fusilloni croccanti su un letto di crème, le punte di asparagi e gli stimmi di zafferano.

Ovviamente la gallinella in brodo è ottima, ma io l’ho resa ancora più saporita trasferenedola in una teglia insieme alle verdure, spruzzandola con un po’ di vino e olio e facendola dorare in forno per altri 20 minuti. Una delizia!

IMG_6186IMG_6141IMG_6172

Prodotti

Pasta MONOGRANO FELICETTI / Olio GUGLIELMI / Zafferano AZIENDA SALA RITA

Décor

Piatti ROSENTHAL / Posate SAMBONET

Canovaccio TESSITURA TOSCANA TELERIE (scoprite la loro storia e i loro articoli nel post dedicato!)

IMG_6139IMG_6176IMG_6149

 

Autore: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...