La cucina dei proverbi: Chiocciole per “una ciliegia tira l’altra”

Una ciliegia tira l’altra…

Pasta-con-ciliegie-e-melanzaneProverbio-una-ciliegia-tira-l-altra

La storia della ciliegia ha origini leggendarie. Sembra infatti provenire da Cerasus, o Cerasunte, sul Mar Nero, luogo nel 71 a. C. della battaglia dei Romani contro Mitridate, il re del Ponto. Secondo Plinio il Vecchio la ciliegia sarebbe stata uno dei bottini di guerra del generale Licinio Lucullo e da lui i primi alberi portati a Roma. Da Cerasus (o Kerasos) sarebbe derivato il nome originario della ciliegia che si è  diffuso in modo simile in tutta Europa:  in spagnolo si dice cereza, cerise in francese, kirsche in tedesco, cherry in inglese, in portoghese cereja, in rumeno cireş, tutte varianti da una unica radice etimologica derivata dal toponimo greco κέρασος (kérasos).

Anche i dialetti italiani hanno un discreto campionario di assonanze alla città del Ponto: saresa in mantovano, siaresa in veneto, ziresa in trentino, cerasa in umbro, in sardo cerexa.  Inoltre: cerase o cirèsce è l’appellativo abruzzese, nell’Italia del Sud si dice cerasa, ceresa in Piemonte.

Una-ciliegia-tira-l'altraUna-ciliegia-tira-l-altra

Gli antichi Romani se ne innamorano immediatamente fino a dipingerla nelle case a Ercolano e Oplontis (nella villa di Poppea), nei pressi di Pompei, dove sono raffigurati uccelli che si cibano di ciliegie.

Nell’età cristiana, la rossa drupa assume significati simbolici che la connotano come frutto del Paradiso e molti pittori iniziano a raffigurarla, soprattutto nel Rinascimento, tra le mani di Gesù bambino in braccio alla Madonna, simbolo di purezza, dolcezza e passione insieme. Anche nelle nature morte fiamminghe dell’età barocca la ciliegia col suo colore rosso brillante è presente a testimoniare la seduzione di un frutto dolce e intensamente evocativo, ricco di sapore quanto di storia e di simbologia. E proprio per questo suo aspetto invitante, gustoso già con gli occhi, la ciliegia è entrata anche nel mondo dei luoghi comuni, dei modi di dire e del proverbi. Con la sua personalità che ci affascina e seduce trascinandoci in un mondo di infantili golosità proibite, la ciliegia è l’espressione di un genuino quanto incontrollabile e insaziabile peccato di gola.

IMG_9165IMG_9172Pasta-con-ciliegie-e-melanzane

CHIOCCIOLE PICCANTI CON SALSA DI CILIEGIE E MANDORLE SALTATE AL SALE DI CAPPERI

Se una ciliegia tira l’atra, anche una chiocciola tira l’altra. E allora ho pensato a questo formato di pasta originale e divertente, che mi ricorda tanto la primavera.

Nota decisa? Il piccantino delle melanzane e quel sale di capperi che con le mandorle sta da meraviglia. Ah, e pensate che questo è un piatto vegano! Insomma, farete il bis, e poi il tris e poi…

IMG_9204Pasta-con-ciliegie-e-melanzane

Ingredienti per 4 persone

200 g di Chiocciole di Kamut® Khorasan Monograno Felicetti; 1 cipolla di Tropea; 1/2 melanzana; peperoncino in polvere; timo e maggiorana; olio evo, sale e pepe q.b.

Per la salsa alle ciliegie: una decina di ciliegie; 1 cucchiaino di aceto balsamico; 1 cucchiaio di zucchero di canna; 1 goccio di vino bianco.

Per le mandorle al sale di capperi: 30 g di mandorle; 2 cucchiaini di sale di capperi (io ho provato questo ed è top!).

Pasta-con-ciliegie-e-melanzane

Preparazione

  • Iniziate dalla salsa alle ciliegie: denocciolate le ciliegie, tagliatele in due, trasferitele in un pentolino insieme all’aceto, lo zucchero e il vino e cuocete a fiamma bassa per circa 5 minuti, mescolando di tanto in tanto. Tenete da parte.
  • Tagliate melanzana e cipolla a cubetti, fatele insaporire in padella con olio, sale, un pizzico di pepe e un cucchiaino di peperoncino. Cuocete per 10 minuti.
  • Buttate le chiocciole in abbondante acqua bollente salata, nel frattempo in una padella tostate le mandorle un paio di minuti insieme al sale fino a farle leggermente brunire.
  • Scolate le chiocciole al dente, unitele al condimento di cipolla e melanzane, mantecate con un cucchiaio di extravergine e due di acqua di cottura.
  • Servite le chiocciole con la salsa di ciliegie, le mandorle al sale, il timo e la maggiorana.

IMG_9219Pasta-con-ciliegie-e-melanzane

Prodotti

Pasta MONOGRANO FELICETTI

Décor

Piatti ROSENTHAL / Posate SAMBONET / Canovaccio TESSITURA TOSCANA TELERIE

IMG_9232Pasta-con-ciliegie-e-melanzane

Autore: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

2 thoughts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...