THE BREAKFAST JOURNEY con la zuppa Mian Tiao Tang

Vi sono due cose durevoli che possiamo sperare di lasciare in eredità ai nostri figli: le radici e le ali.

[Antico proverbio cinese]

Non possiamo accostarci a un cibo cinese senza pensarlo inserito in un pensiero universale, una filosofia, un’identità antropologica. Perché nel suo lungo percorso la Cina vede legate le sue radici alle proprie origini preistoriche, la sua storia a uno spessore  leggendario, la sua evoluzione culturale alla mitologia. Da questa considerazione di base del mondo cinese emerge una visione della vita dell’uomo come un complesso di energie che lo connettono in primo luogo alla natura.

IMG_3797IMG_3795

Il concetto filosofico del QI o energia vitale, le leggi dello Yin e dello Yang, il legame dell’uomo con il Cielo e la Terra, la teoria dei Cinque Movimenti e il loro legame con i Cinque Elementi, fanno del pensiero cinese un complesso di punti di vista, un mosaico di orientamenti bene incastonati nei secoli, che costituiscono nel loro insieme le caratteristiche dell’Energia ancestrale o Essenza, senza le quali non potremmo capire nulla dell’universo dell’Oriente cinese. I Cinque Elementi (Legno, Fuoco, Terra, Metallo, Acqua), in analogia alle rispettive Cinque stagioni (Primavera, Estate, Quinta stagione, Autunno, Inverno) guidano anche verso una comprensione del cibo cinese, che non è solamente un alimento ma una vera e propria filosofia di vita.

IMG_3819IMG_3803

Persino in un cibo da strada, servito la mattina in una ciotola e consumato camminando, c’è un mondo, un intreccio di pensieri sottili, un equilibrio di sapori e di richiami agli elementi. Un universo molto lontano da quello occidentale, un mondo sul quale siamo chiamati a soffermarci e meditare sia nella fase della preparazione del piatto, sia nel tempo del suo consumo. Un consumo lento, umile, equilibrato, consapevole, che ci permette di mettere le ali.

IMG_3853IMG_3831IMG_3835

THE BREAKFAST JOURNEY con la zuppa Mian Tiao Tang. Ricetta vegetariana 

THE BREAKFAST JOURNEY di Elisa Paganelli e Laura Ascari è un viaggio bellissimo tra colazioni e brunch di tutto il mondo. Il bello è perdersi tra colazioni più conosciute come il Pain au chocolat francese o la Tostada spagnola, e altre un po’ meno note, dal Rarebit gallese (una sorta di toast con Cheddar e senape) alle Bibinkga, dolcetti delle Filippine a base di farina di riso e cocco. E cosa dire del classico Strudel autriaco o del Bolón de verde dell’Ecuador (che per chi non lo sapesse è a base di formaggio, pancetta e… platano)?. Il tutto corredato dalla rispettiva ricetta e da bellissime immagini. Costante? La qualità e l’originalità delle pubblicazioni Nomos (vi ricordate la cucina di Cipro?) Io ho scelto un piatto che forse non mi sognerei mai di mangiare a colazione eppure in Cina i chioschetti “sfornano” questi noodles a tutte le ore. E allora perché non provarli? Veloci da preparare, confortanti e pieni di gusto. Meglio di così!

IMG_3844IMG_3839

Ingredienti per 2 persone

4 tazze di brodo; 100 g di noodles di grano; 50 g di tofu a cubetti; 4 foglie grandi di cavolo cinese; 10 foglie di spinaci; erba cipollina; 1 scalogno; peperoncino; coriandolo; sale; 1 cucchiaio di aceto nero cinese.

Preparazione

  • Scaldate il brodo in una pentola abbastanza grande per accogliere tutti gli ingredienti. Aggiungete il cavolo tagliato a striscioline, le foglie di spinaci, e portate a ebollizione e fate ammorbidire le verdure.
  • Aggiungete i noodles e cuocete fino a metà cottura. Aggiungete poi i cubetti di tofu, l’erba cipollina e lo scalogno, regolate di sale, cuocete un altro minuto e poi spegnete il fuoco.
  • Dividete la zuppa in due ciotole, aggiungete l’aceto nero e finite a piacere con un po’ di coriandolo e peperoncino.

IMG_3858IMG_3832

Questa zuppa è nella versione vegetariana. Se amate di più i gusti forti, sostituite il tofu con il macinato di maiale, aggiungendolo al brodo non appena sarà caldo e continuando poi allo stesso modo la ricetta. IMG_3852

Décor

Ciotola portoghese CERÂMICA DA RUA

Il libro e le Autrici 

The Breakfast Journey. Colazioni e brunch dal mondo, Elisa Paganelli – Laura Ascari, Nomos Edizioni 2017

 

IMG_3847IMG_3863 copia

Autore: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...