C’ERA UNA VOLTA… Gli gnocchetti degli gnomi con zucca, noci e briciole di speck

C’ERA UNA VOLTA uno gnomo. Viveva da solo in un villaggio in un giardino tutto pieno di zucche. Erano zucche grandi e bellissime, alcune rotonde, altre rettangolari, alcune perfino triangolari e di tutti i colori. Erano zucche speciali, perché crescevano tutto l’anno, così da permettere al piccolo gnomo di poterle mangiare sempre. Però lo gnomo non poteva mai allontanarsi da quel giardino perché doveva sempre prendersene cura. E così non riusciva mai a lasciare il suo villaggio.

Non lontano dal paese delle zucche, ce n’era un altro, ancora più piccolo: era il paese delle noci, dove un altro gnomo viveva anche lui tutto solo nel bosco. La sua casa era scavata all’interno di una grande noce. Perché lì, in quel bosco, le noci erano magiche: grandi come case o piccole come spilli, avevano un gusto incredibile. E il piccolo gnomo passava ogni giorno dell’anno a romperle e usarle nella sua cucina: preparava torte buonissime, ma soprattutto un sughetto che era la fine del mondo.

Tutt’intorno al paese delle noci crescevano patate lucenti come il sole. Le coltivava uno gnomo anziano, che lavorava giorno e notte perché quelle patate erano delicate come fiori, dovevano essere coperte d’inverno, riparate dal sole d’estate. Erano patate che non morivano mai, c’erano sempre state, così come quello gnomo anziano dalla lunga barba.

Una notte venne un temporale fortissimo: era una pioggia strana, sapeva di sale e di buono. Bagnò tutto: le zucche, le noci, le patate, e tutti e tre gli gnomi erano profondamente preoccupati. Il più anziano decise allora di mettersi in cammino per chiedere aiuto, e dopo poco incontrò il paese delle noci, dove il profumo di quel sughetto speciale, grazie alla pioggia, si era fatto fortissimo. Lo gnomo anziano lo assaggiò e lo trovò ottimo: quel sughetto avrebbe potuto condire le patate, e così forse avrebbero avuto uno scopo. In quel momento, arrivò anche lo gnomo delle zucche con un carretto pieno di zucche tutte bagnate. Anche lui era disperato, ma quando assaggiò un pezzetto di patata insaporita da quella pioggia e da quel sughetto, si mise a sorridere e poi a ridere forte. I tre gnomi, diventati subito amici, trovarono la soluzione per recuperare tutto: con le patate fecero delle palline che buttarono in quel sughetto insieme a pezzetti di zucca. Scaldarono tutto in un pentolone e alla fine si creò un piatto buonissimo: gli gnocchi degli gnomi amichetti Il profumo di quegli gnocchetti arrivò ai villaggi vicini, e tutti corsero per assaggiarli.  Sapevano di noci, di zucca ma anche di qualcos’altro: in quel momento si mise di nuovo a piovere, di quella pioggia buonissima e speciale. Erano briciole di speck! Quegli gnocchi andavano mangiati così: sotto una pioggia di speck, chiacchierando e sorridendo. E da quel momento i tre gnomi non furono più soli, perché ogni giorno dovevano cucinare tantissimi pentololoni di buonissimi gnocchetti: i famosi Gnocchetti cioè gli Gnocchi degli Gnomi Amichetti.

norAll-focus

GLI GNOCCHETTI DEGLI GNOMI AMICHETTI. Gnocchi di patate con zucca, salsa di noci e briciole di speck

Un piatto per bambini perché le nuove confezioni di Gnocchetti di patate MAFFEI sono dedicate al nuovo film Cattivissimo Me 3 e all’interno della confezione si trova anche una bellissima sorpresina. Divertimento unito alla solita alta qualità della pasta fresca Maffei.

dav

Ma è anche un piatto per adulti, perché tutto quel sughetto ci fa sentire davvero in un bosco, un po’ bambini a rompere le noci sotto una pioggia di speck. Un piatto per sognare un po’, regalando a noi e ai nostri piccoli tanto gusto e tanta fantasia.

Ingredienti per 4 bambini

1 confezione di Gnocchetti di patate Maffei (500 g); 50 g di speck; 400 g di zucca; olio evo, sale e pepe; aghi di rosmarino.

Per la salsa di noci: 20 ml di olio evo; 40 g di noci; 125 ml di panna fresca; 50 g di Grana Padano grattugiato; sale; un pizzico di noce moscata.

davdav

Preparazione

  • Per la salsa di noci: mettete tutti gli ingredienti nel mixer, azionatelo per un minuto circa fino ad ottenere una salsa bella cremosa (nel caso, aggiungete ancora un po’ di panna o latte intero). Tenete da parte.
  • Preparate la zucca: in una padella insaporite la zucca tagliata a cubetti con un pizzico di sale, due cucchiai di olio e il rosmarino. Aggiungete del brodo di verdura (circa due mestoli) e cuocete fino a far ammorbidire bene la zucca.
  • Disponete le fette di speck in due fogli di carta forno e metteteli in forno a 180° per 8-10 minuti. Nel frattempo, aggiungete alla padella altro brodo caldo, buttate gli gnocchi, cuoceteli un paio di minuti. Unite il condimento di noci e a fiamma bassa mescolate per far amalgamare bene il tutto.
  • Prendete le fette di speck ormai raffreddate e sbriciolatele con le mani fino a ridurle quasi in polvere.
  • Servite gli gnocchi con qualche noce a pezzetti e cospargete con le briciole di speck. Finite con un filo d’olio.

davAll-focus

Prodotti

PASTAIO MAFFEI

dav

Autore: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

2 thoughts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...