GULASH VEGETARIANO in un piatto di pane alla curcuma

È quello che pensavo quando esisteva il mondo
ma il mio pensiero svaria, si appiccica dove può
per dirsi che non s’è spento. Lui stesso non sa nulla,
le vie che segue sono tante e a volte
per darsi ancora un nome si cerca sull’atlante.

[Eugenio Montale, L’Eufrate – SATURA II]

C’è sempre un fiore nei miei pensieri.

C’è sempre un prato in cui cercare un bocciolo, una corolla. C’è sempre la necessità di estrarre dalla moltitudine dei fili d’erba il simbolo, l’energia dell’idea, che è vita: dal prato intenso, pieno, saturo di toni e di colori al piccolo fiore, dal mondo delle idee, il concetto.
Ispirandomi all’aggettivo “saturo”, e a “Satura” come genere letterario latino caratterizzato da un forte interesse morale e da una molteplicità di prospettive intellettuali e culturali, penso alla mia cucina letteraria sfogliando la raccolta Satura di Eugenio Montale che si ispira al modello latino, pubblicata nel 1971. Essa segna il rinnovamento di Montale sul piano poetico nel registrare una nuova testimonianza ideologica, sociale, politica. Ecco il fiore, il fiore nei pensieri, l’idea, l’immagine che diventa simbolo.
Con questa lirica, Montale lega la poesia alle occasioni quotidiane, ai fatti della vita, pur scrutandone con ironia le false mitologie.
Il piatto di oggi raccoglie i miei pensieri, le mie idee, il mio sfogliare, il mio pensare in cucina, ed ecco il fiore, il risultato: SATURA come globalità che raccoglie ed esprime l’idea.

Allora prendiamo una pagnotta di pane, la svuotiamo e la trasformiamo in un piatto per servire uno speciale gulash ungherese in versione veg.

GULASH VEGETARIANO IN UN PIATTO DI PANE ALLA CURCUMA. Piatto vegetariano

Ingredienti per 3 pagnotte

Preparazione

  • Tagliate il porro finemente e soffriggetelo un minuto in padella insieme all’aglio, due cucchiai di extravergine, sale e pepe. Togliete l’aglio, aggiungete la rapa a pezzetti, i pelati, il cumino, la paprika e un pizzico di peperoncino e cuocete fino a rendere le verdure belle morbide. Aggiungete se necessario del brodo di verdura.
  • Nel frattempo tagliate la parte alta delle pagnotte in modo tale da ottenere dei coperchi. Svuotate la base della mollica (che riservate per altre ricette), bagnate l’interno con un filo d’olio e passate in forno base e coperchi per qualche minuto a 180°.
  • Togliete le pagnotte dal forno, farcitele con il gulash, decorate con qualche aroma fresco e condite ancora con un giro di extravergine. Servite coprendolo con il coperchio di pane.

Prodotti

Pelati CIRIO | Paprika LA CHINATA

 

 

Author: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.