Dedicato alle donne: CROQUE MADAME con mela Fuji e tartufo

Ascolta la donna quando ti guarda, non quando ti parla… [Khalil Gibran] Donna Un sorriso sempre disponibile tra occhi e labbra, un’emozione sotto pelle pronta a manifestarsi, un cuore sempre aperto a donarsi. Un caleidoscopio, un arcobaleno, una tavolozza di colori, una tastiera musicale, una stratificazione di alterni umori, di sostanza ed essenza, di imprevedibilità…

VIAGGIO ESOTICO: Roti dei Caraibi con filetto di maiale marinato

Saremmo dei matti ad avere paura dei colori! Sarebbe come tirarsi indietro di fronte a un curry dei Caraibi! Una follia… Con i CARAIBI parliamo di una vasta area geografica delle Americhe che comprende tutti i paesi bagnati dal Mare Caraibico, cioè tutte le isole delle Antille francesi, le Piccole Antille, le Isole vergini e…

Milano e la Brianza a casa tua a forma di aperitivo!

La felicità non diminuisce mai con l’essere condivisa. [Buddha] Non abbiamo perso la voglia di stare insieme, di picnic o pranzi al sole. Non abbiamo perso la voglia di passare del tempo all’aria aperta, e dividere quel tempo con qualcuno. Nessuno ci toglierà mai il piacere di condividere, il bisogno anzi di condividere. Ritrovo questo…

Salmone marinato alla svedese con barbabietola e pane al pistacchio

Tutto è imperfetto, non c’è tramonto così bello da non poterlo essere di più. [Fernando Pessoa] Il pistacchio, l’oro verde di Sicilia, i riflessi rosei sui gusci e dentro i toni verdi: i tramonti violacei si spengono nel rosa tenue e nei sottoboschi di una incredibile gamma di verdi… Questa, in miniatura, è l’anima della…

GULASH VEGETARIANO in un piatto di pane alla curcuma

È quello che pensavo quando esisteva il mondo ma il mio pensiero svaria, si appiccica dove può per dirsi che non s’è spento. Lui stesso non sa nulla, le vie che segue sono tante e a volte per darsi ancora un nome si cerca sull’atlante. [Eugenio Montale, L’Eufrate – SATURA II] C’è sempre un fiore…

Biraghi a casa e un TOAST XL con trota e miele #delivery

Che il formaggio sia, in giusta misura, un cibo medicinale, era già scritto nel Regimen Sanitatis Salernitanum (Regola sanitaria salernitana), un trattato didattico in versi latini redatto nell’ambito della Scuola Medica Salernitana nel XII-XIII secolo. E in un atto notarile del 1254 è documentato il commercio del Caseus parmensis. Cibo prezioso, dunque, da consumare con…