Girasoli alle ortiche con paté di olive e limone confit

Coltivo una rosa bianca | sia pur nell’avversa stagione, | per l’anima buona, che pone | nella mia la sua mano franca. || Ma per colui che mi abbranca | dal petto il cuore mio vivo, | né cardo né ortica coltivo: | coltivo una rosa bianca.

[José Martí]

pasta&companyricetta-pasta&company

Per quanto non goda di grande favore per l’effetto di bruciore e prurito che procura il fluido rilasciato dalla peluria delle sue foglie, l’ORTICA è invece molto apprezzata per le sue proprietà benefiche riconosciute già fin dall’antichità.

Diffusa in Europa, Asia, Nord Africa e Nord America, l’ortica, citata già da Ippocrate – padre della medicina, da Teofrasto allievo di Aristotele, da Plinio il Vecchio nella sua “Naturalis Historia” e classificata nel 1753 da Linneo nel suo “Species Plantarum” per le sue proprietà medicinali, è entrata anche nella cucina tradizionale a testa alta come ingrediente portatore di sapore e benefici salutari.
Ma anche in linguistica il suo nome, dal latino urere, bruciore, ha generato una serie di termini appartenenti al campo semantico del suo effetto: orticaria, urticante, scorticare, decorticare. Cucinata perde tutto il suo potere fastidioso e assume al contrario un delicato quanto carezzevole sapore.
José Marti, politico e scrittore cubano XIX sec., avrebbe potuto cucinare un piatto come questo da offrire anche al suo nemico invece della rosa bianca come segno di pace, poiché l’ortica, in cucina, è un vero trionfo di tenerezza. Usata nel ripieno di questi girasoli, porta in tavola il sorriso che è il suo simbolo, nascosto dietro l’ostica apparenza.

ricetta girasoli pasta e company

La gioia più grande è quella che non era attesa.
[Sofocle]

Stupiamoci quindi con un piatto che è una coccola allo stato puro: velocissimo da preparare, il risultato finale regala tantissima soddisfazione.

Io ho adoperato un paté di olive taggiasche, non troppo salato, e una feta 100% capra (di solito invece è capra e pecora) che resta molto delicata. In ogni caso, non ho aggiunto altro sale per non coprire eccessivamente la delicatezza del ripieno.

Questi girasoli Pasta&Company sono proprio un omaggio autentico e genuino alla primavera!

ricetta pasta ripienaricetta pasta ripienaricetta pasta ripiena

girasoli ortiche

GIRASOLI ALL’ORTICA CON PATÉ DI OLIVE, FETA E LIMONE CONFIT. Piatto vegetariano 

Ingredienti per 4 persone

  • 320 g di Girasoli alle ortiche
  • 2 cucchiaini di paté di olive
  • 80 g di feta
  • 2 cucchiai di latte
  • aromi freschi (menta, salvia, timo…) + qualche fogliolina per decorare
  • 2 limoni
  • 2 cucchiaini di zucchero grezzo di canna
  • olio evo e pepe q.b.

Preparazione

  • Preparate le zeste di limone confit: in un padellino scaldate a fiamma bassa la buccia dei due limoni grattugiata, lo zucchero e il succo di un limone. Cuocete per qualche minuto, mescolando con un cucchiaio di legno. Tenete da parte.
  • In una padella sciogliete il paté di olive con il latte, un pizzico di pepe e gli aromi tagliuzzati. Scaldate a fiamma bassa per circa un minuto.
  • Buttate i girasoli in abbondante acqua bollente salata. Scolateli dopo due minuti e finite la cottura in padella, aggiungendo un cucchiaio di extravergine e la feta sbriciolata. Mescolate bene (aggiungete se necessario qualche cucchiaio di acqua di cottura).
  • Servite i girasoli con qualche fogliolina di menta o salvia, un pizzico di pepe e le zeste di limone.

Prodotti

PASTA&COMPANY. E ora consegnano anche a domicilio! Sul sito trovate tutte le info!

Décor

Canovacci di lino AMOLACASA (Usate il codice CHIARA10!!! per ricevere subito il 10% di sconto sul vostro ordine!)

pasta&companypasta&company

Author: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.