Crema di carote viola al Piment d’Espelette con pancetta al balsamico

Troverai più nei boschi che nei libri. Gli alberi e le rocce ti insegneranno cose che nessun maestro ti dirà.
[San Bernardo di Chiaravalle]

vellutata-carote-viole-con-piment-espelette

ricetta-piment-espelette

Questo pensiero di Bernardo di Chiaravalle, monaco cistercense francese vissuto tra il 1090 e il 1153, ci insegna a rivolgerci alla natura con quella grazia e umiltà che erano alla base del suo orientamento teologico: la Natura come grande Maestra in cui trovare tutte le risposte ai grandi interrogativi della vita; la Natura come guida all’operare quotidiano, come bussola a cui rivolgere costantemente la nostra attenzione per ritrovare la strada della semplicità; gli alberi e le rocce come custodi di verità che sta a noi, alla nostra sensibilità, perseguire.

La sua vita monacale lo ha condotto per mano a riscoprire quei valori che soltanto la Natura era in grado di rivelargli. Possibile che per noi invece sia tanto difficile muovere il pensiero in questa direzione?

Ho pensato alla vita essenziale e pura di questo monaco medioevale, ritiratosi giovanissimo in meditazione nei boschi, per ripensare al cibo come nutrimento sacro, per ritrovare in esso quella linfa vitale purissima che soltanto camminando in un bosco si riesce a cogliere. Il sassi, i bulbi che riaffiorano da terra, i colori del sottobosco, le luci tra i rami fitti della vegetazione, i colori violacei dei tramonti mi hanno ispirato a creare una ciotola di un cibo “filosofico”, più per il benessere dell’anima che per il corpo, ma nello stesso tempo ricco di gusto e di piacere.

IMG_9974ricetta-carote-viola

CREMA DI CAROTE VIOLA AL PIMENT D’ESPELETTE CON PANCETTA AL BALSAMICO

Si può essere felici anche mangiando un cibo molto semplice, bevendo acqua pura e avendo come cuscino unicamente il proprio braccio ripiegato.
[Confucio]

Pochi ingredienti ma buoni, buonissimi.

Le CAROTE in origine erano proprio VIOLA. Rispetto alle carote tradizionali, contengono meno zuccheri e sono molto più ricche di antociani. E poi – aggiungo io – sono veramente bellissime da vedere.

Il PIMENT D’ESPELETTE è delizioso e non manca mai nella mia cucina. È una varietà di peperoncino AOP coltivato nei Paesi Baschi e precisamente nel comune di Espelette. Arriva dal Sud America e fu introdotto nei Paesi Baschi intorno al XVI secolo. Ha un sapore molto elegante, piccante ma dolce insieme, ed è perfetto anche in abbinamento a ricette dolci.

Il FINOCCHIETTO SELVATICO è conosciuto da millenni: in Grecia veniva adoperato come antidoto contro i serpenti, e nel Medioevo per allontanare gli spiriti dalle case. Pensate, il termine “infinocchiare” deriverebbe dall’uso proprio medievale di allungare il vino o insaporire la carne con il finocchietto al fine di mascherare la bassa qualità dei prodotti. Da qui, il termine che utilizziamo tutt’oggi.

PANCETTA E ACETO BALSAMICO DI MODENA IGP. Questo cibo da meditazione aveva bisogno di una spinta: ecco allora cubetti di pancetta insaporiti con Aceto Balsamico IGP Bio Fini. E così il piatto si completa, e diventa davvero perfetto!

vellutata-carote-viole-con-piment-espelette

crema di carote viola1crema di carote viola2

vellutata-carote-viole-con-piment-espelette

Prodotti

ACETAIA FINI #acetaiafini #ad

Décor

Piatto e tazza EASY LIFE

crema-carote-viole-con-piment-espelette

ricetta-acetaia-fini

 

Author: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.