SKANÖRS FISKRÖGERI a Skanör: pesce affumicato sullo sfondo del Mar Baltico

…ma poi tacque, persa a guardare lontano, verso il vasto mondo che le si apriva davanti. Infine spalancò le braccia, come se volesse stringere tutto in un abbraccio: tutta quella ricca e grandiosa immensità da cui era stata fino a quel giorno esclusa…

[Selma Lagerlöf]

davIMG_1119

C’ero già stata. In un tempo mai vissuto né ricordato, in una vita altra fuori da logiche, tempi e spazi, c’ero già stata. In un’altra vita o nei corridoi della mia fantasia. Mi ero già bagnata sulle rive del mar Baltico, avevo già corso intorno alle case colorate e indossato una felpa calda per proteggermi dall’improvviso umido della sera. C’ero già stata, ed era bellissimo. Il pesce fresco profumava di storie di mare, e poi si affumicava e sentivi il legno, e improvvisamente ti trovavi catapultato nelle foreste svedesi, a metà strada tra il cielo e il mare. Era il luogo di tutti i luoghi, dove l’istante non era fuggevole ma eterno, dove la poesia accarezzava le barche e tutto conteneva quel sapore che tu avevi sempre desiderato…

Non so in quanti posti ci è lecito vivere, né in quanti abbiamo già vissuto prima di questa vita e in quanti altri vivremo. Non lo so, forse nasciamo dove è giusto per noi nascere, o forse no, forse ognuno di noi ha il proprio porto o i propri porti a cui prima o poi  attraccherà. Forse ognuno ha il proprio ritorno da dover vivere…

IMG_1079So solamente che ci sono luoghi che aprono cassetti del cuore che non sapevamo nemmeno di possedere. La casa del cuore è piena di armadi più o meno belli, più o meno nuovi, e noi crediamo ingenuamente di conoscere ad uno ad uno tutti quei ripostigli con tutti i loro anfratti. Ma poi arrivi in posti come questo, e perdi le parole insieme alle coordinate spazio-temporali. Sai che magari solo tu le stai perdendo, sai che quell’emozione così sublime, difficile persino da pensare, profonda e quasi violenta è tua e forse solo tua, sai che avrai perfino difficoltà a condividerla perché non riesci a condividerla nemmeno con te stesso.

skanordav

Arrivare a Skanör è così, per me almeno è stato così: qui è come aprire cassetti dell’immaginario e riempirli di sabbia fine, tramonti lenti e rossi, ponti che collegano posti vicini e lontani. E poi pesce, tantissimo e buonissimo pesce. Sapete quella sensazione di essere arrivati, ma non in un posto in cui ti stavano aspettando. No, sei tu ad aver scoperto quel posto, ad esserti fatto scoprire da lui, e per me Skanör, a trenta chilometri a sud di Malmö, in Svezia, è stato così.

Skanör insieme a Faslterbo sono conosciuti come la Nordic Riviera della Svezia: ci troviamo nella Scania, nella parte più meridionale del paese. Case colorate, barche di fisherman, un parcheggio per i camper e qualche bar di Smørrebrød. E poi lui, il ristorante che vi lascerà senza fiato.

davsdr

Il ristorante SKANÖRS FISKRÖGERI è specializzato in pesce affumicato. Qui dovrete rivedere il vostro concetto di “pesce”, perché qui si va oltre, si sconfina in luoghi del palato che nemmeno osavi immaginare. Qui, un posto dimenticato e segreto, dove quelle sensazioni esistono, profumano di faggio, di quercia, di sale, di mare.

Questa smokehouse fa ristorante ma anche gastronomia: dotata di due camini per affumicatura, Skanörs Fiskrögeri pesca, affumica e vende aringhe da oltre 1000 anni. Qui si respira tutta la tradizione della Scania e in generale della Svezia della tradizione e dell’alta, altissima gastronomia.

dav

Chef giovanissimi, entusiasti, creativi propongono salmone, aringhe e gamberi come non li avete mai mangiati, fritture di ogni sorta e poi insalata di patate, tanti germogli, tanti fiori di sambuco, pane nero, burro salato e deliziosi cracker ai semi. Tutto ispirato dal vento che soffia sul Baltico, tutto assolutamente perfetto.

Assaporo una cena ai confini del mondo, il profumo di affumicato è un profumo nuovo, pieno di gusto, pieno di colori. Spalmo un po’ di paté di pesce sul crostino caldo, poi burro sul pane e poi mi godo quell’insalata di patate al curry e germogli. Attendo il buio per uscire e godermi la notte che arriva sulla spiaggia di Skanör… La luna sul mare di Svezia si inabissa all’orizzonte come gamberetti nella maionese, tutto sembra sprofondare, ma proprio sprofondando trova l’altezza delle Colonne d’Ercole di un luogo senza tempo. E tu lì, piccolo e travolto da un’immensa bellezza.

skanor2

Da provare

Il Sommarens Madalista o Menù estivo propone una bella scelta tra antipasti come Rostad macka med räkröra (pane arrostito con gamberi) o Matjes & brynt smör (aringhe con aneto, cipolle e burro caldo); piatti tra cui Rögeriets blandade go’saker (un misto pesce tra cui aringhe marinate, gamberetti, vongole, sgombri serviti con salse, formaggi e pane appena sfornato) e il re dei re dell’affumicato, ovvero Skaldjur x fem (le cinque delizie dell’oceano: aragosta, gamberi, granchi, capesante e gamberetti serviti in una scatola di legno con pane e salse. Questo da solo merita la visita in Svezia!). Concludete con un Fläder & kaga, la loro celebre e deliziosa crema di sambuco.

Da provare a casa

Se volete almeno in piccola parte riprodurre il fascino e il gusto svedesi, allora vi consiglio questo piatto assaggiato proprio nel ristorante di Skanör: prendete delle fette di pane nero, spalmate un lato di burro (anche leggermente salato), coprite con aringa affumicata.

Servitele su un piatto insieme a un trancio di salmone affumicato a fettine, e un’insalata di patate al curry ed erba cipollina (fate bollire le patate, nel frattempo preparate una salsa con panna acida, curry, un po’ di senape, erba cipollina tagliuzzata fine. Condite le patate tagliate a pezzetti con questa salsa. Servitela tiepida o fredda).

IMG_3869

Dove

SKANÖRS FISKRÖGERI

Hamnvägen 1, Skanörs Hamn 239 30 Skanör (SVEZIA) / €€€

IMG_1087IMG_3870

Autore: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

10 thoughts

  1. Su Instagram avevi raccontato di questo articolo e ho voluto aspettare di avere uno di quei giorni liberi tutti per me prima di leggerlo. Oggi ne ho avuto finalmente l’occasione e che dire.. intanto scrivi benissimo e ogni parola trasmette la tua gioia di vivere ogni momento di quella esperienza. Inoltre le foto che fai sono stupende e ricche di dettagli catturati in modo vivace. Mi ritrovo anche qui a farti i complimenti per la persona che sei e non nascondi.
    E appena preparerò del pane nero con burro e aringhe ti farò sapere. Ma le aringhe affumicate già le amo, quindi immagino la goduria!!!

    Liked by 1 persona

    1. Cara Elisabetta, sei rara e sensibile. E quando racconto posti così intensi e vivi come questi, penso alla gioia di sapere che esistono persone come te in grado di coglierli nella loro essenza. E allora ritroviamoci laggiù, sfondo Mar Baltico, a goderci aringhe e pane al burro!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...