Un inno all’Italia: Burratina su crema di spinaci, spaghetti fritti e ciliegino al cartoccio

Quella regione fu chiamata Italia da Italo, re arcade.

[Tucidide]

IMG_3716IMG_3724

Anche stando ai fornelli la mente lavora, la creatività sale, la fantasia si scatena,  l’anima sorride e l’ingegno si arrampica a cercare sempre più in alto o in profondità le risposte. E anche qui, nella cucina di Nordfoodovestest, le domande sorgono spontanee.

Stiamo forgiando un piatto con le tinte del Tricolore italiano, stiamo dedicando una golosità al cuore dell’Italia. Ma chi è Italia? Da dove arriva questo nome? Secondo alcuni studiosi dalla figura di un certo Re Italo, eroe mitologico, leggendario eponimo dell’Italia che avrebbe regnato sul popolo italico degli Enotri nella tarda età del ferro: a lui risalirebbe il nome Italia, dato al territorio del suo regno che corrispondeva all’attuale Calabria.

IMG_3707IMG_3712

Divenne re dell’Enotria un certo Italo, dal quale si sarebbero chiamati, cambiando nome, Itali invece che Enotri.

[Aristotele]

Altra ipotesi è quella secondo cui il termine derivi  dal vocabolo Italoi, con il quale i greci designavano i Vituli o Viteli, abitanti dell’estrema punta della penisola che adoravano il simulacro di un vitello (vitulus, in latino). Le supposizioni storiche, linguistiche, etimologiche si intrecciano, ma quel che è certo è che esse sono concordi nel riconoscere nel territorio tra il Cilento e i golfi di Sant’Eufemia e Squillace la localizzazione delle origini del nome.

Allora ritorniamo ai fornelli e realizziamo  un piatto verde bianco e rosso, selezionando elementi rappresentativi di questo inno alle nostre origini, un inno alla nostra bella Italia, agli esordi di  questo nuovo anno 2018 dedicato proprio al cibo italiano.

IMG_3731IMG_3734IMG_3743

BURRATINA SU CREMA DI SPINACI ALL’AGLIO, SPAGHETTI FRITTI, CILIEGINI AL CARTOCCIO E COLATURA DI ALICI

Ingredienti per 4 persone

4 burratine; 600 g di spinaci freschi; 4 cucchiai di panna fresca (o l’equivalente di un formaggio spalmabile); 4 pomodorini tipo ciliegino; 60 g di spaghetti; 4 teste d’aglio; 2 cucchiaini di zucchero; 1 cucchiaio di colatura di alici; 1/2 limone; olio evo, sale e pepe q.b.; olio di semi per frittura; origano.

IMG_3757IMG_3736IMG_3771

Preparazione (in quest’ordine)

  • Pomodorini al cartoccio: disponete i pomodorini su un foglio di alluminio, conditeli con abbondante olio, sale, pepe, zucchero, origano. Chiudete bene facendo un pacchettino, e cuocete in forno a 180° per tutto il tempo della preparazione del piatto (circa 30 min)
  • Crema di spinaci: lavate bene gli spinaci, asciugateli, e cuoceteli in padella per qualche minuti con un cucchiaio di olio e gli spicchi d’aglio a pezzetti. Aggiungete il limone spremuto e lasciate riposare.
  • Spaghetti fritti: scolate gli spaghetti al dente (6 minuti max di cottura), asciugateli leggermente con carta assorbente, insaporiteli con un pizzico di pepe nero e friggeteli in olio di semi bollente (170°) buttandoli in padella poco alla volta.
  • Aggiungete agli spinaci la panna fresca e con un frullatore a immersione create una bella crema omogenea.
  • Componete il piatto: aiutatevi con un coppapasta rotondo e create il letto di spinaci. Appoggiateci delicatamente sopra la burratina, e ai rispettivi vertici il pomodorino e il nido di spaghetti. Finite con qualche goccia di colatura di alici.

IMG_3788IMG_3759IMG_3748

Prodotti 

Questa ricetta è la prima di quattro ricette dedicate al cibo italiano, insieme alle ceramiche del LABORATORIO PESARO. Alto artigianato, design d’eccellenza, linee pulite, semplici e raffinate insieme. In particolare, parliamo della Linea Montefeltro che ci accompagnerà in un viaggio nello stivale, tra ingredienti della tradizione e sapori innovativi. Questo è il Piatto fondo tondo.

Posata MEPRA

IMG_3760

Autore: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...