Cracker ai semi misti con crema di barbabietola

Ogni decisione che prendiamo è una scelta tra un rimpianto e un miracolo. Io scelgo sempre i miracoli.

[Deepak Chopra]

IMG_0166

Mi capita spesso di osservare la terra, le sue crepe,  la forma e il colore di un occhio di terra che spunta fra l’erba: non è sempre lo stesso perché è frutto di un mix di sostanze e di qualità, dall’ocra al rosso scuro ai toni misti del marrone delle foglie secche, dei rami e sassi. Una tavolozza di tinte che si miscelano in un risultato monocromo che è il ventre della natura, la pasta primordiale su cui cresce e si sviluppa. E osservo le zolle di un campo dopo l’aratura, la scultura naturale che offre al sole la forma primitiva di un miracolo in farsi. Un miracolo, sì, perché lì risiede il potenziale di tutte le nostre risorse e del nostro benessere: se sta bene la terra stiamo bene noi, se la terra che noi calpestiamo ci sorride possiamo sorridere anche noi perché vuol dire che le nostre scelte hanno preferito il miracolo. Voglio sperare che il futuro ci riservi un maggiore rispetto della terra, della sua materia profonda, del suo spirito. Allora dedico questo piatto alla terra, creando cracker di semi su cui spuntano gemme di pepe rosa e fiori di crema di barbabietola. Il miracolo…

IMG_0141IMG_0152

CRACKER AI SEMI MISTI E PEPE ROSA CON CREMA DI BARBABIETOLA. Ricetta vegana e gluten free

Semi misti NUOVA TERRA a volontà quindi. Utilizziamoli sempre in cucina perché sono una vera e propria risorsa di salute ed energia. Prendete i semi di girasole, per esempio: fonte di magnesio, contengono acido linoleico antinfiammatorio e triptofano che agisce sul buonumore, e sono dei naturali tonici antistress. O i semi di chia, che hanno più omega 3 del salmone e più calcio del latte vaccino, perfetti come agglomerante naturale in sostituzione dell’uovo nelle ricette. Realizziamo dei cracker e serviamoli con una crema di barbabietola – ricca in fibre e proteine – velocissima da preparare e dal colore invitante e contrastante insieme.

davIMG_0165dav

Ingredienti per 20 cracker circa

150 g di semi misti Nuova Terra (girasole, lino, canapa, zucca, sesamo); 40 g di semi di chia Nuova Terra; pepe rosa; erbe aromatiche (origano, timo, maggiorana); olio evo, sale e pepe q.b.; qualche grano di pepe rosa.

Per la crema di barbabietola: 1 barbabietola precotta; 1/2 mela golden; 1/2 cipolla bianca; 1/2 limone (il succo); 1/2 cucchiaino di rafano in polvere; olio evo, sale e pepe q.b.

Preparazione

  • In un recipiente mescolate tutti i semi insieme a 20 cl di acqua, le aromatiche, un pizzico sale e pepe, e i grani di pepe rosa sbriciolati. Fate riposare 15 minuti in modo tale che i semi di chia si gonfino.
  • Preparate nel frattempo la crema di barbabietola: ponete in un mixer barbabietola, mela e cipolla ridotte a pezzetti, insieme al succo del limone, il rafano in polvere, 2 cucchiai di olio e un pizzico di pepe e sale. Azionate il mixer fino a ottenere una crema abbastanza omogenea (nel caso, aggiungete un paio di cucchiai di acqua).
  • Preriscaldate il forno. Stendete il composto di semi su una teglia rivestita di carta forno (1/2 cm di spessore circa) e copritela con un giro d’olio. Infornate a 180° per 20 minuti.
  • Togliete la teglia dal forno, tagliate i cracker della forma che preferite, e rimettete la teglia in forno per altri 25 minuti.
  • Servite i cracker tiepidi o freddi accompagnati dalla crema di barbabietola.

IMG_0167IMG_0168IMG_0175

Prodotti

NUOVATERRA #nuovaterra #siamogolosiani

Piatto EASY LIFE / Cucchiaino MEPRA

Author: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

6 thoughts

  1. Non vedo l’ora di provare questi cracker: ho mangiato qualcosa di molto simile la scorsa estate in Svezia e ne sento la mancanza! Non amo le barbabietole ma mi sa che potrei sostituire la salsa con l’hummus!
    Bellissimo il piatto che hai usato 😍

    1. Ciao Silvia 🙂 Sai che anche io in Svezia li ho provati quest’estate? Là erano abbinati con una crema di rafano eccezionale 🙂 Ottima idea con hummus, mi fai sapere poi? PS: che bella la Svezia!!!

      1. Non credo sia colpa del forno se alla fine il composto steso sulla placca non si è compattato a formare i cracker…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.