LE CHALET de Gruyères: legno, Raclette e tanta double crème

Il profumo resta sulle dita…

Quel misto di latte fresco, legno, pane e cetriolini. Ma è il latte fresco che domina. Quel profumo sa dei pascoli di questa zona, sa di verde prato e blu cielo, e sa di panna, una golosa, cremosissima e straordinaria panna. Anzi, double crème. Perché ‘panna’ suona bene, ma ‘double crème’ ti dà ancora più il senso di candore e morbidezza. La panna di Gruyères, in Svizzera, trasmette la stessa sensazione del piumone d’inverno: ti avvolge e fa sentire in Paradiso. Un Paradiso terrestre, certo, dove caprette nere con campanelli tintinnanti e galline d’ogni colore si godono i prati, e dove tu ti godi quel pane infilzato nella forchettina e intinto in quel mare cremoso e color crema della fonduta. Tutto a base di eccellente formaggio Gruyère DOP.

sdrdavdig

Il profumo ti resta sulle dita, e tu vorresti gelosamente conservartelo, quasi come un trofeo. Vorresti che quel paradiso color crema e latte e pascolo durasse per sempre…
Tutto inizia nei campi, poi si sviluppa nel centro del paese di Gruyères, che si affaccia sull’omonimo scenografico lago e che sembra uscito da un presepe. Stelle alpine, decori in legno e un profumo di fonduta che inonda le strade. Il castello ha la vista su tutta la valle, chiesetta compresa, e quel verde intonso tutto intorno è perfetto, di quella perfezione rassicurante e protettiva. L’apice gastronomico è lassù, verso la fine della strada principale, dove ti accoglie la classica casa in legno che d’estate ti rinfresca e d’inverno ti riempie di calore. Non a caso si chiama LE CHALET, e qui si sta chaud, al caldo… Proprio così. Se volete entrare in una fiaba e mangiare come nei sogni, allora vi consiglio questo angolo caldo e accogliente  che da più di cinquant’anni abita il cuore di Gruyères.
Verso tardo pomeriggio iniziate a prenotare il vostro tavolo, vicino al camino o accanto alle finestre. Dipende se volete godervi il calore del legno o la bellezza della vista sulle valli. In ogni caso, ripeto, si entra in una fiaba.
Come i piatti di ceramica e le tovagliette scelte: figurine di montagna insieme a principi e principesse intorno al castello dalle guglie rosse.

mdemde

Ma veniamo ai piatti: Insalata di Gruyère AOP (Salade de Gruyère AOP), Assortimento di salumi locali (Assiette Gruyérienne), una squisita Zuppa tipica preparata con pasta, verdure e panna (Soupe Chalet), Torte salate al formaggio servite con  insalata (Quiche gruyérienne avec sa petite salade).
E poi loro, la FONDUE e la RACLETTE, servite con cetriolini, patate e pane fresco. Prima arriva la piastra che piano piano diventa rovente, poi il fornelletto, e poi quel formaggio che piano piano inizia a sciogliersi. E tu te lo godi, lentamente, nella stessa maniera in cui da queste parti ti godi il sole che tramonta, lento e pulito dietro le montagne. Qui tutto ha il profumo della lentezza, ma nello stesso tempo fai fatica a mangiare con calma: quel formaggio fuso è davvero troppo buono.

Pane, un pezzetto di patata. E poi il cetriolino, tutto intinto  nel  mare bianco e caldo della fonduta grazie a quelle forchettine strette e lunghe. Con il coltello piano piano togli la crosticina che si forma sul formaggio Raclette, lo spalmi su una pezzo di pane, che subito prende il sapore del latte e del buono. Un pezzo ancora, poi la forchettina, poi ancora un altro pezzo…
Il Paradiso terrestre.

sdr

Ti riservi però ancora un posticino, perché dulcis in fundo tra i vari dessert puoi scegliere le tipiche Meringhe con double crème (Meringues avec Double Crème de la Gruyère): delicate le meringhe, immensa quella crema.
Forse non hai mai letto un fiaba più bella, forse sogni e non sei desto. Ma il caffè servito con un cioccolatino ripieno di panna a sorpresa ti ricorda ancora una volta quanto lasciarsi incantare senza riserve dal gusto e dalla poesia rappresenti un vero e proprio miracolo…

Dove
Restaurant LE CHALET
Hotel de Gruyères*** Wellness & séminaires
Ruelle des Chevaliers 1 CH 1663 Gruyères / T + 41 26 921 80 30 F + 41 26 921 80 39

Aperti tutto l’anno tranne il 25 Dicembre. I prezzi variano dai 10-14€ per gli antipasti ai 25-28€ per i piatti principali. Molto ampia anche la carta dei vini: io ho optato per un Rosé de Gruyères, già sufficientemente robusto e aromatico per reggere tutto quel buon formaggio.

3 thoughts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...