Casarecce alla canapa con capra, fagioli e scaldatelli

Per realizzare grandi cose, non dobbiamo solo agire, ma anche sognare; non solo pianificare ma anche credere… [Anatole France] Ho sempre pensato che l’ingrediente principale di ogni mio progetto, o pensiero, di ogni mio libro o anche di ogni mia ricetta sia l’entusiasmo. È quella spinta interiore, quel fermento vitale di energia incontenibile che scioglie…

Fusilli alla canapa con erbe spontanee e olio alla canapa

Ho bevuto il silenzio di Dio alla sorgente del bosco. [Georg Trakl] Andar per erbe… Di primo mattino, cercarle minuziosamente nel sottobosco, tra le prime luci del sole di primavera, che filtrano tiepide a rischiarare i verdi teneri delle nuove gemme appena umide di rugiada. Spuntano timide eppure audaci tra le ultime foglie secche dell’inverno,…

Fusilli alla canapa con funghi e pesce spada

Solo nella tradizione è il mio amore… [Pier Paolo Pasolini] Classificata da Linneo nel 1753, la Cannabis o canapa comprende in un’unica specie – ossia la Cannabis sativa – alcune varianti della pianta storicamente più diffusa in Occidente. Originaria dell’Asia centrale e sacra per la gente hindu, la pianta era indicata in sanscrito con i…

Vellutata di fave, pancetta affumicata e olio alla canapa

Zephiro torna, e ’l bel tempo rimena, e i fiori et l’erbe, sua dolce famiglia, et garrir Progne et pianger Philomena, et primavera candida et vermiglia. Ridono i prati, e ’l ciel si rasserena… Così scriveva Petrarca nel trecentodecimo sonetto del Canzoniere: egli alludeva ai benefici derivanti dal ritorno della nuova  stagione, di cui ogni…

Fusilli alla canapa con germogli e crema di spinaci al curry

Il verbo adatto alla gioia: cominciare. [Peter Handke] Germogli. Come quando sbocciano nuove gemme e la primavera si risveglia… O della neve che si accumula lentamente e poi all’improvviso se ne formano montagne. Non è sempre vero che ciò che cresce lentamente poi debba svilupparsi altrettanto lentamente. Spesso poi le cose belle si sviluppano veloci….

È tempo di MELAGRANA: antipasto, primo e dessert

Si trattava del fatto che, fra tutte le doti di quell’essere [Kurtz] tanto dotato, quella che emergeva in modo preponderante, che dava il senso di una presenza reale, era la capacità di parlare, il dono della parola: questa dote che sconcerta o illumina, la più nobile e la più spregevole, vivificante flusso di luce o torrente ingannatore scaturito dal…