La poesia ti sorriderà, con una tisana e una tavoletta di cioccolato…

cioccolato-zaini-con-tisana

La poesia ti salverà.

Dai malesseri, dalle malinconie, da quel senso spesso infido e perfido che ti insinua nel petto che non ce la farai. Non è vero, puoi farcela, devi farcela. Per te e per gli altri. Siamo in questo mondo per insegnare a noi stessi ciò che possiamo diventare, ma anche per insegnare qualcosa agli altri. Altrimenti saremmo nati ognuno sulla propria isola, pensate, sette miliardi di isole che non comunicano l’una con le altre. Un mare di isole sparse, anzi, un deserto di isole isolate. Che tristezza, che magone.

La poesia è il tuo modo di sorridere al mondo e no, non ti costa nulla sorridere.

Non ti costa nulla alzarti presto al mattino e cercare l’alba. Aspettarla come il Natale o la luna piena o le stelle cadenti la notte di San Lorenzo. La vita è troppo breve per perdere le albe e i tramonti, per perdere la natura che si manifesta, per lasciare per strada gesti di amore o piccole attenzioni.
No, non ti costa nulla sforzarti. Di migliorare di darti risposte di provare a reagire o a capire il perché. Il mondo è pieno di perché che si accavallano come macchine in coda in autostrada o persone stanche alla cassa del supermercato. Una domanda e poi due e poi tre. Ma non dimentichiamoci che le risposte arrivano, solo che a volte ci dimentichiamo di chiamarle per nome: risposte.
No, non costa nulla sorridere. Anche se il tuo paesaggio interiore lascia spazio a zone di ombra ancora impenetrabili o inattraversabili o incomprensibili, tu sorridi.

SPAL-porcelana

cioccolato-zaini-con-tisana

infuso-zenzero-specchiasol

La poesia ti sorriderà…

Qualcuno lassù ci ha regalato la possibilità di creare squarci nel cielo attraverso la nostra bocca che si spalanca. Il nostro sorriso tratteggia spazi di anima ed è così bello condividerlo con chi abbiamo attorno.

No, non costa nulla. Farsi sorprendere o avere paura o spaventarsi o perdere la speranza e poi riprenderla o tentare e fallire e piangere ma piangere dentro perché il fuori è così bello, con quei tramonti.
La vita è troppo breve. E le albe e i tramonti sono troppo belli per lasciarseli scappare via…

La poesia ti salverà, dal tempo che passa, perché aveva ragione Petrarca che La vita fugge, et non s’arresta una hora, ma tu puoi rubare le lancette al tempo e costruirti il tuo orologio che scandisce il tempo esattamente come dici tu.

cioccolato-gold-bar-zaini

cioccolato-zaini-con-tisana-specchiasol

Possiamo essere demiurghi del nostro tempo personale. 

E allora fermati e goditi quel tempo, goditi quella poesia preziosa come l’oro al mattino, come la luce che si incontra con la superficie dell’acqua e la colora, come i petali di fiore che bagnati o no dalla pioggia, sono sempre forti e sempre bellissimi. Per quanto infinitamente delicati.

Lasciati salvare dalla poesia di ciò che si vede e non si vede: lì, in quello spazio sospeso dove la vita si manifesta nella sua complessità, è anche dove puoi trovare i piccoli e grandi significati più nascosti. E comunque sì, ricordati sempre che ce la farai. A salvarti e a diventare così un meraviglioso cacciatore di aquiloni e di poesie sparse al vento…

gold-bar-cioccolato-zaini

tisana-zenzero-e-limone-specchiasol

Prenditi il tempo…

Una tisana e una tavoletta di cioccolato. Dove palline di oro ci fanno sentire esseri preziosi. E dire che sono solo palline, e dire che sono “solo” quadrotti neri di cioccolato. Ma in questa pausa che tu ti dedichi, in quell’attimo che sottrai al tempo diventando così il demiurgo del tuo tempo, ti trasformi nel re delle piccole cose. Sì, basta una tisana calda e una tavoletta di cioccolato…

ZAINI 1913 

La storia del cioccolato Zaini ci riporta indietro alla Milano del 1913, dove i sogni giravano sulle carrozze e i progetti erano trainati da cavalli e merletti. Proprio in quell’anno, per la precisione in via De Cristoforis, una traversa di Corso Como, il giovane Luigi Zaini creava la sua prima Fabbrica di cioccolato… (qui la loro bellissima storia). Questa tavoletta di cioccolato GOLD BAR gli rende omaggio ed è disponibile proprio in quella sede storica dove ancora oggi si respira un clima letterario, poetico e famigliare sospeso nel tempo (http://www.zainimilano.com/it/)

SPECCHIASOL

Ho scelto per accompagnare un infuso zenzero e limone, che in questo caso consiglio servito fresco, perfetto per valorizzare tutto il sapore del cioccolato (se invece volete provare qualche ricetta adoperando proprio gli infusi Specchiasol, vi rimando ad alcune mie ricette a questo link).

cioccolato-zaini-con-tisana

Author: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.