Aria di Pasqua: sulle ali del simbolo con una Colomba della tradizione

Tutto è cerimonioso nel giardino selvaggio dell’infanzia…

Tutto è nuovo e antico nello splendore circostante…

[Pablo Neruda]

IMG_4874

Da quando Noè la libera dall’arca e lei ritorna con il ramo di olivo segno della vicina terra emersa e della rinnovata pace fra Dio e l’uomo, la colomba bianca ha sempre rappresentato nell’immaginario della storia dell’uomo la lievità dello spirito che si rende presente nella parola, ha assunto il valore simbolico dell’anima, ha reso visibile il concetto di pace.

IMG_4862IMG_4883

Tanti, tanti pittori tra Medioevo e Rinascimento hanno dipinto una candida colomba nella scena dell’Annunciazione in prossimità dell’orecchio di Maria, aggiungendo così, in forma figurata, la presenza dello Spirito Santo. Per arrivare al 1949, anno in cui Pablo Picasso realizza un disegno della colomba come simbolo della pace, diventando così  l’icona essenziale quanto impressiva di delicata leggerezza.

Se chiediamo a un bambino di rappresentare con un disegno la pace, sicuramente disegnerà, anche se in modo approssimativo, una colomba, perché la colomba è una creatura particolare, più legata al cielo che alla terra, dolcissima, amica dell’uomo, fedele e granivora (e quindi fuori da qualsiasi implicazione legata alla violenza su altre creature). Il suo candore poi la sposta da un livello materiale a un grado immateriale, da cui si collega strettamente all’archetipo della purezza e della rinascita. E per queste implicazioni è diventata anche il simbolo della Primavera, e la ‘colomba dolce’ nasce proprio a siglare il piacere gustativo della stagione del rinnovamento dell’anno, essendo il cibo dolce legato, nelle sue radici storiche, a una matrice divina.

IMG_4895IMG_4893

Il simbolo della colomba  trasferito nel tipico dolce pasquale sembra abbia due origini: una più recente, risalente agli Anni Trenta del ‘900 in area lombarda, l’altra di più antica tradizione risale a una certa caratteristica pasticceria siciliana di piccolo formato, a ‘pastaforte’, in cui determinante era la classica forma a colombina tipica del periodo pasquale.

E così questa colomba è volata nel mio blog con una leggerezza inattesa, perché scoperta per caso. Proprio per caso ho scoperto SICILY CORNER, portale di prodotti siciliani d’eccellenza in cui Giuseppe, il suo fondatore dal passato da cuoco, ha raccolto e sta raccogliendo vere e proprie gemme enogastronomiche. Ecco, pensate a una cosa, lui la propone nel suo “angolo siciliano”: dal Miele balsamico dell’Etna, alla Confettura extra di Fico d’India; dal Passito liquoroso di Pantelleria ai Paccheri di Timilia (antico grano siciliano); dal Pesto al finocchietto bio alla Buzzonaglia di Tonno… E potrei andare avanti. Mi piace la cura e la meticolosità con cui Giuseppe seleziona, assaggia, e propone sul sito tutti questi prodotti, frutto di un’attenta ricerca fondata sempre e solo dell’eccellenza: “Io seguo le varie produzioni e assaggio sempre tutto prima, sarò maniacale ma solo così posso andare fiero di ciò che propongo”.

 

La Colomba che mi fa assaggiare è de La Nuova Dolceria, azienda artigianale di Siracusa, leader nel settore dolciario siciliano e italiano, con una pasticceria fatta di ingredienti provenienti maggiormente dall’altopiano ibleo o dalla terra siciliana. Un’eccellenza che nel 2015 vince il premio del Golosario per le Pasticcerie e nel 2017 la finale italiana del Gelato World Tour con il gusto Mandorlivo. 

“Ho da sempre creduto nel mio territorio, nella forza generatrice della mia terra madre, le creazioni della mia pasticceria sono profondamente legate alle mie radici culturali e geografiche; da piccolino, ricordo, registravo in un mio taccuino il know-how dolciario del mio paese, borgo rurale dell’entroterra Siracusano, ed è a queste memorie che ripenso ogniqualvolta mi accingo a creare qualcosa di nuovo…” racconta il suo fondatore, Manuele Francesco, e Giuseppe che l’ha scelto per il suo portale lo  sa bene.

 

Così si può gustare tutta la fragranza di una colomba impeccabile e freschissima, da consumare entro pochi giorni perché preparata solo con ingredienti naturali e senza alcun conservante. Nello stesso tempo, compi una scelta: selezioni l’eccellenza regionale, e così facendo promuovi il territorio e il lavoro artigianale. E ti godi un dolce che è davvero una piccola favola.

Potete acquistare la colomba al link

Per tutte le informazioni: SICILY CORNER

Piatto da servizio OVERBECK&FRIENDS

IMG_4861

 

 

Autore: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...