Colazione insieme a Claude Monet: un petit-déjeuner in stile impressionista

Il giardino, è la filosofia resa visibile.
[Erik Orsenna]

fiori-tessitura-toscana-telerie

Era innamorato del suo giardino…

Ne adorava le bordure  fiorite, i riflessi sugli stagni, le luci che giocavano tra le foglie, i ponticelli giapponesi che lui stesso si era fatto realizzare e che si specchiavano sull’acqua tremula…

Quando nel 1890 Claude Monet, il grande maestro dell’Impressionismo, si ritirò a Giverny volle costruirsi un personale giardino-laboratorio, un vero capolavoro di suggestioni floreali a cui attingere quotidianamente per l’ispirazione pittorica, ma anche per studiare dal vero gli effetti della luce. Un grande maestro, Monet, non solamente come supremo artista ma anche per la sua sapienza nell’osservare, nel saper valorizzare i punti di vista, nella scelta degli oggetti di un petit-déjeuner, nella composizione in natura.

IMG_0434

Un maestro che ha saputo formare nella nostra coscienza estetica quel giusto atteggiamento poetico che dobbiamo poter coltivare, custodire e far crescere, perché appartiene più alla nostra anima che al nostro fare.

colazione-impressionista

Riusciamo così a nutrire quel ‘fare’ arricchiti di una profondità e di una intensa emozione che ci permette di accedere alla realtà con uno sguardo nuovo. Allora dedichiamoci a preparare un petit déjeuner speciale in stile impressionista, immergiamoci in un acquerello, e scegliamo una tovaglia fiorita meravigliosa, traboccante di coquelicots, quegli stessi dei campi fioriti di rosso vivo di Claude Monet, e come fosse un rito di meditazione, entriamo in un quadro, combiniamo gli elementi con la sapienza che abbiamo appreso dal maestro, e creiamo il nostro personale, intimo, capolavoro. 

petit-dejeuner-impressionistapetit-dejeuner-impressionista

Qualche cubetto di formaggio, albicocche secche, biscotti e taralli biologici, frutta fresca e marmellata di mirtilli: un petit-déjeuner un po’ dolce un po’ salato, certamente suggestivo, che non richiede una lunga preparazione ma sensibilità nella preparazione e attenzione e cura nella presentazione. Sarà come entrare in un quadro, e diventare anche noi un po’ artisti…

Ancora una volta mi lascio incantare dai tessuti di TESSITURA TOSCANA TELERIE, con una tovaglia Coquelicots che ci ricorda proprio i papaveri del pittore. Fiori che nel loro sembrare veri, superano la realtà ed entrano nello sconfinato mondo della bellezza e della suggestione.

I biscotti  PASTICCERIA MANZI sono davvero perfetti per questa colazione artistica (provateli in abbinamento con marmellata e formaggio: il dolce-salato è davvero delizioso!)

IMG_0495IMG_0500IMG_0503petit-dejeuner-impressionista

 

Autore: chiaracaprettini

Scrittrice e foodblogger di Torino, appassionata di culture nordiche antiche. Nordfoodovestest è il foodblog dei piccoli produttori e della cucina letteraria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...