Con l’apposito strumento, riducete le carote in spaghettini (in alternativa, tagliatele a piccoli cubetti). In una padella schiacciate uno spicchio d’aglio e insaporitelo in un cucchiaio di olio con un pizzico di sale e pepe. Unite le carote e il miele e cuocete a fiamma bassa mescolando delicatamente per qualche minuto. Spegnete e tenete da parte. Tagliate la cipolla sottile, fatela appassire un paio di minuti in padella insieme a un cucchiaio di olio. Sfumate con il balsamico, aggiungete un cucchiaino di zucchero, cuocete finché le cipolle non sono belle dorate e caramelliate (circa due minuti). Spegnete e tenete da parte. Togliete le sfoglie dal frigo e con l’aiuto di una tazza o un colapasta tagliate dei cerchi un po’ più grandi del diametro delle formine. Ungete bene le formine, adagiateci sopra i cerchi e fatele bene aderire ai bordi. Preriscaldate il forno e componete le quiche Per le 3 quiche al Cantal: fate un primo strato con le carote, poi coprite con il formaggio a pezzetti, i semi misti, e in ultimo le foglie di menta e un giro d’olio. Per le 3 quiche al Bleu d’Auvergne: fate un primo strato con la marmellata di fichi, poi aggiungete le noci sbriciolate e il formaggio a pezzetti. Finite con le cipolle, i semi, il timo e un giro d’olio. Per le 3 quiche al Rocamadour: fate un primo strato con le albicocche (sceglietele un po’ mature) a pezzi, poi con il formaggio a pezzetti, e in ultimo la granella di pistacchio, i semi, LA SALVIA e un giro d’olio. Cuocete a 180° per 30 minuti. Servite le quiche tiepide o calde accampagnate da un’insalata mista. Décor EASY LIFE Lo sfondo è un canovaccio TESSITURA TOSCANA TELERIE che, pensate un po’, si chiama proprio Limoges. Incredibile ma non sai dove finisce la ceramica e inizia il tessuto!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.